England

England

Monday, October 15

Coccole autunnali



Tremate, tremate, le streghe son tornate!..................

  

Pensavate mi fossi persa? E invece no! Sono qui!
Dopo qualche peripezia a causa di alcuni problemi di salute, rieccomi ad aggiornarvi sulle mie passioni.

 L'autunno oramai é alle porte, qualcuno mi direbbe che é già arrivato da un pezzo, ma io sono rimasta ancora alle stagioni siciliane. Per me, l'estate è come se fosse terminata ieri. Stento sempre ad accettare il "fuso stagionale" che separa l'Emilia Romagna dalla Sicilia. Prima o poi mi abituerò! Spero......

               
                        
      Intanto, le prime pioggie, i primi freddi, i primi brividini da lana, mi fanno desiderare le coccole autunnali. La prima cosa ad arrivare ai miei sensi é il ricordo dei profumi pasticceri della mia casa natale : la cannella, le scorze d'arancia rapée, l'aroma del cioccolato fuso, le mandorle tostate, la croccantezza del sesamo sparso ovunque, le nocciole, le noci, le composte di frutta fresca e secca..I fichi, le prugne...Ehhhhhhhh.....Mi sento Proust cullato dalla morbidezza della sua Madeleine.

             Così, dopo averci riflettuto a lungo, un paio di minuti credo, ho inziato la preparazione di 
una specialità della mia mamma, riveduta in chiave elisea, cioé "sbrigativa"! A casa mia, i dolci sono un culto e la loro preparazione diventa un rito, meditato, lento, e sbriciolato in una sequenza di passaggi, che nella mia infanzia mi rendevano impaziente, ma che da adulta ho iniziato a degustare con consapevole piacere.

            Il dolce in questione é il torrone. In famiglia la tradizione impone, con l'avvicinarsi del Natale, 3 tipologie di torrone: quello bianco, il caramellato al miele e quello al sesamo. Non ricordo un Natale senza il Torrone o la "Giggiulena" ( torrone di sesamo). Si cominciava a preparalo molto presto . Proprio perché richiedeva un sacco di tempo. 
          Tutti e 3 torroni hanno alla base le mandorle, la scorza d'arancia e il miele. Il quarto tipo si é introdotto in età moderna, con i vari esperimenti cioccolatieri di famiglia. Mia madre col tempo si é perfezionata sui cioccolatini ripieni....Così, sbirciando a casa, allungando lo sguardo in giro, tra amiche, libri di cucina e blog, ne ho sperimentato un quarto. Il torrone al cioccolato fondente. Semplice e veloce. I bambini impazziscono per la sua preparazione...e la degustazione finale!


Ingredienti:

250 gr. di cioccolato fondente
300 gr. di mandorle sgusciate
100 ml. di panna vegetale
cannella
scorza d'arancia grattugiata
 un foglio di carta forno
un goccino di liquore (facoltativo)

 per le decorazioni:

cuoricini
perline di zucchero colorate e argento
codette colorate











Preparazione:


Tostare le mandorle intere in forno, senza farle arrostire troppo, come spesso a me succede. Anche se devo ammettere che la mandorla più abbrustolita dà un sapore quasi simile al caffé...
Lasciarle raffreddare.


Dopo, sciogliere il cioccolato precedentemente ridotto a scaglie con un coltello o una grattugia. Per accellerare la fusione del cioccolato aggiungere la panna vegetale. Aromatizzare con la scorzetta d'arancia grattugiata e la cannella e un pò di liquore, se il torrone non è per i bambini.


Infine, sciolto il tutto, aggiungere le mandorle intere. Mescolare per amalgamare le mandorle alla cioccolata.



 Prendere una teglia, o un piatto da torta, ricoprirlo di carta forno e con un cucchiaio prendere un pò di cioccolato e lasciarlo cadere a mucchietti sulla teglia.


Si dovranno formare dei cioccolatini frastagliati di varie forme. Infine, cospargere i mucchietti con le varie decorazioni, differenziando così i cioccolatini. 


             

 Sarà un tripudio di colori e luccichii...Ai bambini piace tanto questo procedimento.
Mettere a raffreddare in frigo.

 

 E poi......Slurp!!! 


Adesso a Voi!!!!

Baciuzzi
Elisa

7 comments:

bear's house said...

Ciao cara!!

Io posso anche segnarmi la ricettina...ma se me le fai già trovare pronte...le meraviglie...ne posso rubare un pò?

Buonissssssssssssime...anche solo in foto!

Buona settimana! Kisssssssssss. Ni

Giulia said...

ma posso approfittare???che delizie...adoro la cioccolata...

e quale sarebbe la chicca di saint paul???

Elisa said...

Ma con piacere! Sono 1 cultrice del Fondente! tra le chicche di St Paul sono indecisa tra il porta bottiglie...il porta uova o l utensile per le imbottiture...Voi cosa avete preparato invece?????? ;-)
Elisa

°°valeria°° said...

Troppo buoni!!!!!
adoro il cioccolato!
buona giornata Valeria

Silvia Palmero said...

Mmmm...Che squisitezza! Proverò sicuramente a farli, anche se so già che finirò con il mangiarli quasi tutti io... Al cioccolato non resisto!
Buona giornata.
Silvia

ALESSANDRA said...

mmmmmmmmmmmmmm che meraviglia! hanno un'aspetto interessante, sono sicura che il sapore non per neinete da meno, sono da provare!!!

Anonymous said...

Buongiorno prof!!!!
Sono la sua alunna Francesca Anigoni (2°E) e ho deciso di lasciare un commento sull'argomento cioccolato ....
Tutte quelle foto mi hanno fatto venire una voglia di dolci, che sto già scongiurando mia madre di comprarmi l'uovo di Pasqua!
Comunque il suo è proprio un bel blog, fatto proprio bene ...
complimenti!
Per concludere dovrei scrivere qualcosa in francese ... ehm...
"Votre élève, Francesca"
ps: mi sono proprio sprecata, è solo che ho paura di fare brutte figure...

Your Feeling

Thank you for reading my blog.
Please, leave me a comment
...